Progetti di integrazione
per Soft Skills, curricula e
corsi di specializzazione
Soft Skills in action

Summer School in Cambridge

La Summer School di Cambridge è stata organizzata da EUCA nel Newnham College dell'Università di Cambridge dal 1 al 15 settembre 2010.
I seminari, puntando sul passato e presente della identità politica europea, hanno coinvolto studenti provenienti da otto diversi paesi europei.
Favorire l'interazione interculturale degli studenti è stato uno dei principali obiettivi del corso. Gli studenti hanno ricevuto stimoli continui per allargare i propri orizzonti, prospettive e la comprensione attraverso l'interazione peer-to-peer e attraverso la discussione delle loro idee con i docenti. La Summer School è stata un'occasione unica per mettere in pratica le abilità di comunicazione interculturale.
Una lezione su Business Skills 101 è stata organizzata per rendere gli studenti più consapevoli dell’ importanza delle soft skills nella loro istruzione e per integrare l’ insegnamento delle soft skills nel curriculum accademico della Scuola. La conferenza e la presentazione generale delle attività EUCA è stata l’occasione per parlare in dettaglio del progetto Modes.
L’iniziativa dei singoli studenti di approfondire e presentare un argomento ai loro compagni è stata attivamente incoraggiata dallo staff e dai tutor per rendere il programma del corso più interattivo e permettere così agli studenti di mettere in pratica le abilità apprese durante la lezione di Business 101 così come quelle competenze trasversali sviluppate nella loro interazione quotidiana con gli altri partecipanti.
Lo scambio di idee e riflessioni su alcuni temi caldi ha richiesto agli studenti di mettere in pratica le abilità di comunicazione interculturale: gli studenti dovevano dimostrare maturità e la consapevolezza delle peculiarità culturali e nazionali nel presentare le loro tesi agli altri partecipanti facendo attenzione a non scadere negli stereotipi e nei pregiudizi al fine di mantenere un dialogo costruttivo con gli altri partecipanti. L’interazione degli studenti è stata favorita non solo sul versante accademico. Diverse attività extra-curriculari sono state organizzati nell'ambito della Scuola, come una lettura di poesie, un concerto e un viaggio a Londra. Gli studenti sono stati incoraggiati a conoscere Cambridge e la sua vita culturale. 

The Annual Knowledge Community Conference Publication - NASPA

Altre attività

EUCA ha partecipato attivamente alla diffusione degli obiettivi del progetto Modes nella sua rete di collegi europei. L'evento nazionale italiano, Dare Valore ai Talenti, tenutosi nel giugno 2009 si è incentrato sui benefici dell'esperienza collegiale che integra le hard skills ottenute attraverso l'istruzione formale con le soft skills sviluppate e attivamente promosse attraverso le attività e i processi di educazione non formale promosse nei collegi universitari.
Nei contatti con i futuri membri di Paesi Bassi, Germania e Belgio, EUCA ha portato in prima linea l'importanza per gli studenti universitari di essere formati in soft skills e delle modalità in cui queste ultime sono effettivamente promosse nelle residenze universitarie attraverso attività come tutoring, mentoring , organizzazione e partecipazione ad attività culturali, discussioni, brevi progetti di ricerca, e volontariato.

TNT, Festival dei giovani talenti

EUCA ha partecipato al TNT, Festival di giovani talenti, tenutosi a Roma dal 17 novembre al 21 novembre 2010. Organizzato dalla Agenzia Nazionale per la Gioventù e dal Ministero della Gioventù del Governo Italiano, l'iniziativa ha portato i collegiali italiani di EUCA in prima linea per la promozione del modello collegiale.
Gli studenti hanno agito in qualità di ambasciatori dell’ associazione promuovendo le attività dei propri collegi a più di 200 studenti. Gli “ambasciatori” EUCA sono stati brevemente preparati a comunicare la loro esperienza al fine di essere in grado di interagire con altri giovani provenienti da ambienti diversi.
EUCA ha presentato al pubblico di giovani della fiera le sue numerose attività internazionali, nonché i progetti a cui sta contribuendo come la piattaforma sul multilinguismo e il Progetto Modes. A quest'ultimo è stato dato un rilievo particolare in quanto la formazione in soft skills rappresenta una risorsa per i giovani studenti e laureati nel mercato del lavoro attuale e nella società della conoscenza.

Citizens For Europe e A Soul for Europe Berlin Conference, 2010

Una delegazione di studenti EUCA ha partecipato al convegno di due giorni "Alla ricerca di un cittadinanza europea " organizzato dalla ONG "Citizens for Europe" (Cittadini per l’Europa). Gli studenti EUCA sono stati invitati a presentare la Carta della cittadinanza europea responsabile ai membri di altre ONG della società civile europea. I giovani collegiali hanno agito come ambasciatori dell' organizzazione con il compito di comunicare i contenuti e gli obiettivi del progetto e presentare gli altri progetti in cui EUCA partecipa. A questo proposito, gli obiettivi di Modes sono stati presentati dal momento che le soft skills possono incidere in maniera fondamentale alla formazione di cittadini responsabili.
Le sessioni di lavoro si svolgevano secondo il metodo classico e integrando metodi non formale per assicurare la partecipazione attiva di tutti i presenti e far si che ognuno potesse avere la possibilità di comunicare e condividere la missione, le esperienze riuscite e le attività della sua organizzazione con gli altri partecipanti. Lo scambio tra i partecipanti è stato interattivo e ha permesso loro di costruire relazioni e progetti comuni tra le diverse organizzazioni.
La delegazione EUCA ha avuto la possibilità di incontrare docenti universitari, sociologi, giornalisti e rappresentanti delle istituzioni dell'UE durante la conferenza di Berlino sponsorizzata dall’associazione A Soul for Europe.

IYLC (International Youth Leadership Conference), Praga

Gli studenti EUCA hanno partecipato all’ IYLC (International Youth Leadership Conference), a Praga dal 6 all’11 gennaio 2011. Il corso di cinque giorni, ha cercato di rafforzare le capacità di leadership attraverso promuovendo l’ apprendimento non formale in un ambiente internazionale. Settanta giovani studenti provenienti da ventotto paesi (Regno Unito, Porto Rico, Singapore, Malesia, Indonesia, Canada, Australia, Israele, USA, India, Cina, Messico, Kuwait, Afghanistan, Azerbaigian, Spagna, Slovacchia, Taiwan, Gambia, Italia , Kenya, Argentina, Macedonia, Polonia, Germania, Paesi Bassi, Pakistan, Serbia), oltre a sei facilitatori in qualità di tutor, provenienti dalla Norvegia, Singapore, Stati Uniti d'America, Suriname, Sud Africa e Argentina, sono riuniti per promuovere la leadership tra i giovani.
La conferenza mirava a facilitare lo scambio di idee tra giovani leaders con backgrounds diversi e con la stessa idea di responsabilità sociale. I partecipanti sono stati coinvolti in dibattiti, visite, incontri e attività dai sei facilitatori. Il programma prevedeva una simulazione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, una delle Corte penale internazionale e una del Parlamento europeo. Per esempio, gli studenti dovevano prendere in esame e discutere una direttiva europea sulle energie rinnovabili. Inoltre, gli studenti hanno visitato le ambasciate di Cina, Germania, Pakistan, Slovenia e Svizzera, e partecipato a conferenze sulla sicurezza in Medio Oriente, la leadership e l'innovazione.
Durante la sessione dedicata alla partecipazione giovanile, la delegazione EUCA ha presentato la "Carta della Cittadinanza Europea Responsabile" e condiviso con gli altri partecipanti l'esperienza di vivere in una residenza universitaria, concentrandosi in particolare sulle competenze trasversali, o soft skills, che si ottengono. Infatti, la vita in residenza permette agli studenti di migliorare le loro capacità di leadership, gestione del tempo, empatia e le competenze di comunicazione interculturale, solo per citarne alcune. 

Message in a bottle

Nel 2009, EUCA ha lanciato il primo concorso internazionale intercollegiale per la realizzazione di un video,"Message in abottle ", per celebrare l'Anno europeo della creatività.I collegiali EUCA dovevano collaborare tra loro per la realizzazione di un video sul progetto europeo.
Gli studenti hanno dovuto fare un brainstorming per definire la propria idea con uno o due altri compagni collegiali e comunicare il loro progetto ai coetanei per coinvolgerli nella realizzazione del video. Questo progetto ha richiesto agli studenti di mettere in azione la creatività, la comunicazione e la capacità di lavorare in team.
Lavorare su un progetto impegnativo come Message in a bottle ha richiesto agli studenti di gestire il proprio tempo in modo efficace per rispettare la scadenza di presentazione e la redazione della parte esplicativa del progetto e infine di sviluppare la creatività.

Promoting a responsible european citizenship - 2009/2010

Il progetto annuale ha coinvolto quattro gruppi nazionali di giovani studenti collegiali EUCA per la redazione della Carta della Cittadinanza europea responsabile.
I membri dei team nazionali hanno dovuto coordinare con i loro coetanei l’attività di indagine tra i coetanei e colleghi universitari.
La fase preparatoria si è focalizzata sul brainstorming e sulla pianificazione delle successive fasi di lavoro. L'analisi dei risultati dell'indagine è stata divisa in quattro parti ciascuna incentrato su un tema diverso: immigrazione, media, democrazia e volontariato.
Durante il workshop gli studenti avevano il compito di presentare con il supporto del power point il loro lavoro di analisi dei dati e discutere i risultati della loro ricerca. Questo tipo di lavoro richiesto agli studenti ha permesso loro di mettere in pratica competenze inerenti la comunicazione, in particolare la capacità di parlare in pubblico per comunicare il loro tema con efficacia e professionalità ai presenti.
I quattro workshop, che si sono tenuti a Londra, Roma, San Sebastian, e Varsavia, hanno dato l'opportunità ai giovani collegiali di incontrare esperti di diversi settori accademici e professionali. Gli studenti hanno avuto anche la possibilità di interagire con i coetanei di altri paesi europei e di approfondire la comprensione di alcune dinamiche sociali e culturali che riguardano l’intera Europa. Il workshop e l'evento finale a Bruxelles sono stati un’ occasione unica per promuovere e diffondere i risultati della partecipazione EUCA in progetti europei come la piattaforma sul multilinguismo e il progetto Modes. Lingua e soft skills, infatti, sono fondamentali per la formazione di cittadini europei responsabili. La combinazione dei due promuove la comprensione interculturale, la capacità di comunicazione e leadership in individui orientandoli anche alla risoluzione dei problemi e mettendoli in grado di agire efficacemente per migliorare la loro comunità.
Gli studenti EUCA hanno beneficiato del dialogo interculturale che il progetto ha promosso. Inoltre, essi sono stati invitati a riflettere e a concettualizzare la nozione di cittadinanza europea responsabile che è stata definita in termini di partecipazione civica, conoscenza di tradizioni e altre culture e come implicante il rispetto dell'ambiente e delle pari opportunità. Cittadinanza responsabile implica anche il dialogo intergenerazionale e solidarietà civica.